venerdì 19 gennaio 2018

Il potere dell'immaginazione nello sciamanesimo

Il viaggio nella pratica sciamanica può essere un ottimo antidoto a gran parte del malessere che sentiamo. Nella nostra cultura, aprire l'immaginazione spesso è un atto radicale, di disobbedienza ai poteri precostituiti. L'ultima cosa che la Chiesa ortodossa vuole che tu sia è essere una persona fantasiosa. La Chiesa infatti ti offre una lista di immagini accettabili:, la colomba bianca, gli angeli, i miracoli. Ma ti avverte che aprire l'immaginazione al di fuori della lista accettata è molto pericoloso.
La chiesa teme l'immaginazione, ma anche la scienza bolla come sciocchezze i voli pindarici di una mente libera da preconcetti. La scuola limita parecchio l'immaginazione, puntando sull'educazione e la formazione che ci trasforma in macchine. Nella società l'immaginazione è valutata positiva soprattutto quando viene applicata per fare soldi.
Così cresciamo in questa cultura e con questi modi di pensare, afflitti da pesanti restrizioni su quella che è la principale forza creatrice dell'essere umano: l'immaginazione. Cresciamo creativamente distorti e malformati come i bonsai,  quegli alberi in miniatura potati di proposito perché pensiamo che siano belli così, quando in realtà stiamo inibendo le potenzialità della pianta. La soppressione della nostra innata potenza umana limita le nostre potenzialità.
Se ti senti disconnesso dallo Spirito, dalla tua immaginazione, dalla gioia, significa che non stai vivendo veramente, che non sei te stesso, ma stai vivendo un momento in cui hai smesso di allenare la tua immaginazione spirituale e tutto questo si traduce in malessere.
L'immaginazione è il punto d'incontro tra il mistero insondabile, inafferrabile, indomabile, non riconoscibile del creatore e dell'uomo. L'immaginazione è il punto d'incontro in cui Dio e l'umano si incontrano per dialogare. Non c'è incontro con Dio se non attraverso l'immaginazione umana. L'immenso potere del divino può essere tradotto attraverso lo strumento rappresentato dall'immaginazione umana.
Questo è il motivo per cui la pratica sciamanica è un così utile percorso spirituale, e anche perché è un così potente antidoto contro i poteri che vogliono ridimensionare l'anima,. Poteri perpetrati dal moderno modo di pensare. È per questo che lo sciamanesimo è un antidoto alle moderne teorie deliranti che vedono l'uomo solo come consumatore e al "conservatorismo religioso".
Lo sciamanesimo è la via per aprire la sacra immaginazione. La pratica sciamanica è solo questo: un modo di essere e di praticare, non un sistema forzato di credenze o di teorie astratte.
Le cosiddette religioni "conservatrici" progressivamente limitano la tua immaginazione sacra e selvaggia con frasi del tipo: "Devi credere solo a queste cose, questi dogmi, altrimenti la tua anima sarà dannata per l'eternità!". Lo sciamanesimo ti aiuta ad aprire l'immaginazione sacra e ti prepara a dialogare con la pura meraviglia. Chi non è pratico di sciamanesimo a volte pensa che si tratti di fantasie, ma lo sciamanesimo in qualche modo è molto simile alla scienza: si basa su esperienze ripetibili che creano effetti osservabili nel mondo immediato.
Lo sciamanesimo esisteva già decine di migliaia di anni prima della religione, esso è nato dai cacciatori-raccoglitori. Il primo lavoro dello sciamano consisteva nel localizzare gli animali, perché se avessero camminato per cinque giorni nella direzione sbagliata per poi non trovare nulla sarebbero morti di fame. La pratica sciamanica moderna non è poi così diversa; si tratta di localizzare il nutrimento e guidarci verso di esso.
Lo sciamanesimo precede di molti millenni le altre religioni. Le persone che praticano lo sciamanesimo sono in realtà coloro che stanno conservando una teologia molto più antica e molto più matura.
Espongo di seguito una breve lista di valori e precetti indigeni e sciamanici che sono anche una lista di antidoti al cinismo moderno e alla disconnessione spirituale. Questo elenco deriva da "The Lost Language of Plants: L'importanza ecologica della medicina vegetale per la vita sulla terra"  di Stephen Harrod Buhner.
Pur contenendo numerose variazioni e differenze, queste massime contengono una struttura di base molto simile in un certo numero di aree. La maggior parte asserisce che:
Al centro di tutte le cose c'è lo spirito. In altre parole, c'è una forza unificante centrale sottostante nell'Universo che è sacra.
  • Tutta la materia è fatta da questa sostanza. In altre parole, il sacro si manifesta in forma fisica.
  • Poiché tutta la materia è fatta dal sacro, tutte le cose possiedono un'anima, un'intelligenza sacra o un logos.
  • Poiché gli esseri umani sono generati da questa stessa sostanza, è possibile che gli esseri umani comunichino con l'anima o l'intelligenza nelle piante e in ogni altra materia e che tali intelligenze comunichino con gli esseri umani.
  • Gli esseri umani sono emersi più tardi sulla Terra e sono la progenie delle piante. Perché noi siamo la loro prole, i loro figli, le piante ci aiuteranno quando ne abbiamo bisogno se glielo chiediamo.
  • Gli esseri umani erano ignoranti quando arrivarono qui e i poteri della Terra e le varie intelligenze in tutte le cose iniziarono a insegnare loro come essere umani. Questo è ancora vero. Non è possibile per le nuove generazioni diventare umani senza questa comunicazione o insegnamento dal mondo naturale.
  • Parti della Terra possono manifestare più o meno sacralità, proprio come gli esseri umani. Un essere umano non può mai sapere quando una parte della Terra potrebbe iniziare ad esprimere livelli profondi di sacralità o iniziare a parlare con lui. Pertanto è importante coltivare l'attenzione della mente.
  • Gli esseri umani sono solo una delle tante forme di vita della Terra, né più né meno importanti delle altre. Non ricordare questo può essere catastrofico per individui, nazioni e popoli. L'altra vita nell'universo diverrà vendicativa se trattata con mancanza di rispetto da parte degli esseri umani.
PRATICA

Una pratica sciamanica semplice e potente viene definita "essere con la terra". Il nucleo della visione del mondo sciamanico ci dice che esiste più di un mondo: ci sono molti livelli della realtà, e quello che i nostri cinque sensi discernono è una parte molto piccola del tutto.
La pratica consiste nel sedersi sulla nuda terra, come ad esempio il tuo cortile, un parco o in aperta campagna. Aprire la tua immaginazione e "vedere" (sentire) una linea di connessione che parte dal tuo cuore fino all'erba, ad un albero, oppure verso una nuvola, il cielo, i fiori - a tutto ciò che si trova nelle vicinanze non fabbricato dagli esseri umani. Sentire questa linea di connessione e vederla come un colore, come un filo o un raggio di luce. Ciò ti connette a tutto quel che è "Terra". Quando sei connesso, "ti  senti collegato" a quella nuvola, albero o erba. E inizi a scambiare energia. Tu mandi la tua energia e ricevi energia. Fai questo per alcuni minuti, finché senti che sia necessario. Se per esempio, dopo un minuto pensi: "Tutto questo è un po' folle, oppure: "Mi Sto annoiando", o qualsiasi altra resistenza arrivi, non lasciar prevalere le interferenze. L'energia che riceverai indietro arriverà sotto forma di un'emozione, un'immagine, un messaggio e la tua connessione con la natura guarirà il tuo malessere e renderà nitida una nuova visione del mondo.

mercoledì 17 gennaio 2018

I rimedi naturali per combattere le infiammazioni

Lo stato infiammatorio è la causa principale di quasi tutte le malattie. Quando l'infiammazione diventa cronica può portare gravi conseguenze all'organismo. Fortunatamente, oltre ai farmaci che spesso portano effetti indesiderati ci sono rimedi naturali per combattere il processo infiammatorio.. 
L'infiammazione è la risposta naturale del corpo per guarire dopo un infortunio, per difendersi dagli "invasori" come batteri e virus, e riparare i tessuti danneggiati. Se ciò non avvenisse, le ferite potrebbero infettarsi e persino portare alla morte per setticemia. 

Di solito un'infiammazione è caratterizzata da arrossamento, bruciore, gonfiore, dolore e momentanea perdita di funzionalità. Esistono due tipi di infiammazione: acuta e cronica. Quando un'infiammazione si verifica solo per pochi giorni, si chiama infiammazione acuta.
Tuttavia, quando dura per mesi o anni, si chiama infiammazione cronica. Ciò significa che le cellule del corpo sono costantemente sotto attacco. L'infiammazione cronica si verifica in risposta a sostanze indesiderate nel corpo come ad esempio le tossine delle sigarette o un eccesso di cellule adipose.

Una persona che vive uno stato infiammatorio cronico invecchia più velocemente e si ammala più facilmente.Questo tipo di infiammazione può essere anche mortale. 

In alcune malattie croniche, il sistema immunitario combatte per errore le cellule sane, causando reazioni infiammatorie dannose. Il corpo sta combattendo se stesso invece di una vera malattia o una ferita. 
L'infiammazione cronica è un problema direttamente associato alle principali malattie mortali nel mondo: malattie cardiache, cancro, malattie neuro degenerative e malattie dell'intestino. 
L'infiammazione cronica è stata anche collegata al deterioramento della salute delle ossa, delle malattie mentali e delle condizioni polmonari, come l'asma, la broncopneumopatia cronica ostruttiva e le varie infezioni polmonari. 
L'Ayurveda, la medicina tradizionale cinese e altre antiche tradizioni medicinali non prescrivono mai un antidoto senza comprendere appieno la causa di una malattia, a differenza  di quello che fa la medicina moderna. Le medicine moderne causano effetti collaterali e rovinano il microbiota umano, soprattutto la flora batterica intestinale. Inoltre spesso portano ad un'infiammazione ancora più cronica. 

Consigli naturali su come evitare l'infiammazione cronica

Fortunatamente, l'infiammazione può essere evitata o contrastata in modo naturale. Uno di questi è includere quotidianamente in una sana dieta delle sostanze naturali efficaci e anti-infiammatorie. 

Queste includono:

  • curcuma 
  • zenzero
  • miele di Manuka 
  • tè verde
  • corteccia di salice bianco
  • estratto di foglie di ulivo
  • chiodi di garofano 
  • peperoncini
  • pepe nero
  • corteccia di pino marittimo
  • artiglio del gatto
  • pepe rosa
  • rosmarino
  • cannella. 
  • aloe vera
Queste sostanze aiuteranno a combattere rapidamente l'infiammazione cronica nel corpo. 

Un altro modo naturale per combattere l'infiammazione cronica è seguire a una mirata dieta anti-infiammatoria. In questa dieta, i cibi acidificanti, lo zucchero raffinato e gli oli lavorati come quello di mais e l' olio di colza, vengono eliminati poiché queste sostanze peggiorano l'infiammazione cronica. Meglio prediligere l'olio extra vergine di oliva e il miele.
L'alimentazione comprenderà frutta e verdura biologiche e fresche, succo di limone, semi, fagioli, germogli, quinoa, cereali integrali, oli salutari ricchi di omega 3 e bicarbonato per alcalinizzare il sangue. L'olio di fegato di merluzzo, l'olio di cocco e l'olio di semi di canapa aiutano a ridurre l'infiammazione. E' importante anche assumere proteine (limitando quelle di origine animale) e tralasciare i cibi ricchi di grassi saturi e idrogenati.
Un altro consiglio è quello di ridurre lo stress per quanto possibile. Lo stress provoca uno squilibrio nel tratto digestivo in cui i batteri "cattivi" prendono il sopravvento su quelli "buoni", con conseguente processo infiammatorio locale. Le condizioni stressanti aumentano anche i livelli di cortisolo nel sangue, che esauriscono il sistema immunitario e provocano l'infiammazione cronica di gran parte dei tessuti del corpo, 
Pertanto, abbassando i livelli di stress può servire a fermare l'infiammazione cronica il più presto possibile. Gli alti livelli di stress possono essere ridotti anche dormendo un numero di ore sufficienti e qualitativamente bene, mangiando cibo sano ad orari regolari, assumendo integratori a base di erbe e praticando meditazione, esercizio fisico, yoga, Tai Qi o respirazione consapevole, magari bruciando dell'incenso, poiché esso possiede qualità anti infiammatorie e rilassanti.

martedì 16 gennaio 2018

I pilastri dell'intuizione

L'intuizione è la scintilla o una porta, per raggiungere una conoscenza superiore e per vivere una vita appagata, fluente, senza ansie e pacifica. Ogni giorno siamo bombardati da una valanga di informazioni, richieste e pressioni, che riducono la nostra vastità spirituale in una piccola realtà. 

Questo inquinamento di dati e sovraccarico di informazioni inonda la nostra intuizione. Ora più che mai abbiamo bisogno di questa capacità innata per guidarci fra una moltitudine di nozioni. Più siamo persi nel ritmo della vita moderna, più abbiamo bisogno di spiritualità ed interiorità. 
Il nostro sesto senso, l'intuizione è una parte intrinseca della nostra natura. Quando eliminiamo tutti i comportamenti che provocano stress, le pressioni, le proiezioni mentali, i dogmi e i falsi miti, troviamo la radianza del nostro vero IO.

Questa natura autentica è pacifica, estatica e intuitiva. Ognuno di noi ha questa capacità di conoscere e di sentire, di vedere e ascoltare, oltre la nostra consapevolezza cosciente. 

L'origine della parola "intuizione" è il verbo latino "intueri", che di solito è tradotto come guardare dentro o contemplare. 
Vi è un crescente moto di ricerca che suggerisce che vi siano sottostanti aspetti non-consapevoli dell'intuizione. Tra questi aspetti dell'intuizione coinvolti nella percezione intuitiva ci sono l'apprendimento implicito o la conoscenza implicita. 
La scienza sta ora dimostrando che il cuore è coinvolto nell'elaborazione e nella decodifica di informazioni intuitive. L'emozione e l'intuizione sembrano essere radicate sia nel cuore che nel secondo cervello, l'intestino.
L'intuizione è come un dispositivo segreto e interiore che ti aiuta a fare salti quantici nella tua vita, una mappa che rivela le scorciatoie, apre la via e tiene le chiavi della tua felicità. 
Persino in campo militare si stanno studiando i segreti dell'intuizione. Sulla scia di decisioni intuitive prese nel campo di battaglia che hanno salvato molte vite, i ricercatori statunitensi stanno studiando il potere dell'intuizione. Percepire il pericolo imminente, decidere se gli oggetti sono missili o aerei di linea, o individuare le bombe, sono alcune situazioni in cui è necessario esprimere un giudizio istantaneo e dove sono in gioco le vite. 
Gli studi della marina statunitense, con esperti di scienza neurale, cognitiva e comportamentale, stavano cercando di scoprire ciò che dà origine al nostro cosiddetto "sesto senso" e come possono addestrare i marines a usarlo.  
Un ex ufficiale della marina statunitense ha persino scritto quattro libri sull'argomento e crede che attingere al nostro intuito ci aiuti ad eccellere alla velocità della luce. Capire cosa sia l'intuizione, può aiutarci a riconoscerlo. 

Le basi dell'intuizione 

L'intuizione è una consapevolezza istintiva. In realtà, l'intuizione è una cosa misteriosa e curiosa oltre ogni descrizione. 
Quando sei in sintonia con la tua intuizione, hai una comprensione inconscia e una conoscenza sottile, e sei in grado di vedere l'immagine più grande, o di vedere il significato nelle cose. È sensoriale, non proprio un funzionamento cognitivo.
L'intuizione sta percependo il significato delle cose, avendo una comprensione dei concetti e delle connessioni oltre la conoscenza quotidiana.


"L'intuizione non è un singolo modo di sapere, è la nostra capacità di tenere spazio all'incertezza e alla nostra volontà di confidare nei molti modi in cui abbiamo sviluppato conoscenza e intuizione, inclusi l'istinto, l'esperienza, la fede e la ragione."  - Brene Brown

L'intuizione è una fenomenologia innata in noi, ma spesso ci manca o ne dubitiamo. Spesso sentiamo delle sensazioni intuitive ma le ignoriamo, dubitando della loro veridicità. In seguito scopriamo che questi segnali avrebbero potuto salvarci da una situazione spiacevole. 

Inizialmente, proiettiamo l'intuizione su altre persone "spirituali", sensitivi o maestri, affidandoci alle loro esperienze. Nel proiettare la nostra intuizione e la consapevolezza psichica su altre persone, perdiamo di vista la consapevolezza intuitiva che da sempre ci accompagna nel corso della vita. 
Quando utilizziamo metodi esterni per guidarci nelle scelte, come i tarocchi, il pendolo, ecc..., avvertiamo l'ondata di energia silenziosa come un'intuizione.
Possiamo sentire la qualità dei pensieri che ci vengono in mente, come qualcosa che non è stato generato dalla mente. Iniziamo a distinguere tra i nostri pensieri e qualcosa oltre la nostra consapevolezza cosciente. 
E' qualcosa di più silenzioso, più gentile, più sottile. E' un'energia estremamente raffinata. E' come un sussurro, una sensazione di qualcosa di così  puro, che risulta inconfondibilmente ultraterreno.  

I pilastri dell'intuizione

Ci sono cinque pilastri dell'intuizione: fiducia, connessione, accettazione, integrità e innocenza. Questi pilastri sono tutti interconnessi fra di loro e sono simili a rami di un albero, si uniscono per creare la magia dell'intuizione. 

"L'intuizione è un flusso, è come cadere nella musica della vita Ascoltiamo la musica e condividiamola. L'intuizione è un dono dell'essere umano." 

Fiducia

L'intuizione è una parte naturale del nostro IO, è necessario disimparare ciò che ci impedisce di essere intuitivi, e quindi imparare ad essere intuitivi. Una delle chiavi per risvegliare il tuo intuito è la fiducia. 
L'assoluta fiducia nelle tue impressioni è fondamentale. Bisogna compiere azioni basate sulle tue impressioni intuitive. Più ti fidi e agisci (prima di dubitare di te stesso), più la tua intuizione crescerà. 

Connessione

La connessione con te stesso, in particolare con il tuo cuore, con gli altri e con la natura, migliora la tua intuizione. Conoscere il tuo mondo interiore farà fiorire la tua intuizione. Hai l'opportunità di curare qualsiasi dolore che blocchi il tuo cuore, aprendo a tutti i tuoi sentimenti, specialmente il tuo bambino interiore.
La connessione con te stesso può avvenire anche in un altro modo: quando la mente è distratta da qualcosa e tenuta occupata, ad esempio dal rumore ambientale, un'attività che tiene occupate le mani o un basso rumore di sottofondo, può spesso facilitare l'accesso alla creatività. 
Ci sono diversi scrittori famosi che usano questa tecnica per accedere a un tipo di flusso di coscienza. Altri artisti lo usano per creare musica. 
Questa "area", che si crea quando la mente è distratta, è d'aiuto per l'intuizione.
E' necessario fidarsi della conoscenza interiore, dei sentimenti, delle parole e dei frammenti visivi apparentemente estranei. Mentre la mente si concentrava su altro, l'intuizione viene liberata.

Accettazione

Passiamo tanta parte della vita a respingere, rifiutare e combattere. Combattendo noi stessi, il nostro passato, il nostro corpo, le nostre convinzioni, i nostri condizionamenti. Quindi ingaggiamo questa guerra interiore nella nostra vita quotidiana e ci impegniamo in conflitti con gli altri e con noi stessi. L'auto-accettazione porta ad una maggiore fiducia e ti aiuta a risvegliare la tua capacità intuitiva. 
L'accettazione riguarda tutti gli aspetti di noi stessi. Non solo gli aspetti positivi. Quando accettiamo di avere aspetti negativi, allora smettiamo di nasconderli e di combattere con noi stessi.
Una pratica quotidiana consiste nello stare fermi per cinque minuti, con le mani sul cuore, e collegarti con il tuo corpo, in primo luogo le sensazioni fisiche, e poi i tuoi pensieri e le tue emozioni, semplicemente osservando, senza cercare di cambiare nulla, ti aiuterà sviluppare una maggiore accettazione. 

Integrità

Essere reali e autentici, soprattutto con se stessi, rimanda il soffio del nostro ego sull'intuizione. L'integrità sta facendo la cosa giusta, dicendo ciò che intendi e mantenendo la tua parola, soprattutto a te stesso. 
Si tratta di essere autenticamente te stesso. Troppo spesso le persone pensano di dover comportarsi in un certo modo per essere saggi o "spirituali". In realtà, è il contrario. Esprimere ciò che è veramente dentro di te, mostrando te stesso è il modo per liberarti. 

Innocenza

Quando inizi il viaggio formando una connessione più profonda, più autentica con te stesso, apri la porta all'innocenza. 
Gran parte del funzionamento intuitivo si svolge nella spontaneità infantile che tutti noi possediamo. Connettersi e nutrire questo aspetto di te stesso aiuta a migliorare l'intuizione. 

Quindi cosa limita la tua intuizione? 

La paura annega l'intuizione, così come l'ansia e lo stress. Il nostro moderno stile di vita occidentale limita l'intuizione. E' necessario eliminare l'arroganza di credersi infallibili e già consapevoli per comprendere la nostra intuizione. La consapevolezza è un viaggio che non ha mai fine. L'umiltà e l'innocenza aprono la mente.


"Il bisogno di sentirsi sicuri è ciò che fa tacere la voce intuitiva. Rimanere nell'incertezza ci fa sentire ansiosi, vulnerabili e paurosi. Iniziamo a cercare l'approvazione al di fuori di noi piuttosto che fidarci di ciò che viene fuori." - Brent Brown

Una nuova ricerca sul cuore mostra che questo organo è un'intelligenza dinamica, connessa e creativa. Più rilasciamo la nostra paura del dolore che dimora nei nostri cuori e iniziamo a vivere con la saggezza dei nostri cuori, più l'intuizione può crescere. 

Howard Martin, co-autore di "Heart Intelligence", afferma che i nostri pensieri e sentimenti influenzano la chimica che regola la nostra salute: 

"L'intelligenza del cuore collega il cuore fisico al cuore spirituale (energetico). Attraverso la sua ampia comunicazione con il cervello e il corpo, il cuore è intimamente coinvolto nel modo in cui pensiamo, sentiamo e rispondiamo al mondo. "

L'Istituto HeartMath sta studiando il ruolo del cuore nell'elaborazione e decodifica delle informazioni intuitive. Questa ricerca mostra ciò che è sempre stato noto, che il cuore è il centro della nostra natura istintuale e intuitiva. È il portale per i mondi oltre il fisico. 

"Tutti sono al cento per cento intuitivi riguardo alle cose che è utile sapere. Se ci sono cose che non sono conosciute, significa semplicemente ciò che non hai bisogno di conoscere in questo momento. Tanti esseri umani lavorano diligentemente per sviluppare la loro intuizione, e ciò è fatto nel tentativo di sapere più di quanto ogni momento richiede.
Non importa quanto chiara sia la tua intuizione, non vedrai mai o saprai più di quanto non deve esserti rivelato. Infatti, senza nemmeno lavorare per affinare il potere della tua intuizione, saprai sempre esattamente dove andare e cosa fare nel momento in cui sei destinato a muoverti.
Finché non verranno rivelate ulteriori istruzioni, l'intuizione non consisterà nell'immaginare tutti i messaggi che ti mancano. È più bilanciata una fiducia in continua espansione che confidare di conoscere già tutto." - Matt Kahn 

lunedì 15 gennaio 2018

Ayahuasca, Iboga ed espansione della coscienza

L'ayahuasca e l'Iboga, le piante sacre della medicina naturale, vengono usate da millenni per addentrarsi nella coscienza collettiva del mondo. 
Per migliaia di anni le antiche tribù hanno strutturato le loro culture e le loro cosmologie attorno alla saggezza recepita tramite l'uso di queste piante. 
In questi ultimi anni c'è stata una riscoperta e un interesse diffuso e crescente per questi metodi "magici", intesi come mezzi per guarire e rimuovere i blocchi energetici dal corpo. 


"La medicina antica è saggia e potente. Forse le piante stesse stanno catalizzando nuove opportunità per la sopravvivenza della loro saggezza, così come della loro casa nella foresta pluviale, e forse anche per la nostra! " - Jonathon Miller-Weisberger


Utilizzata nelle pratiche sciamaniche e cerimoniali, l'Ayahuasca (banisteriopsis caapi), originaria del Sud America, è un infuso enteogenouna pianta simile, contenente DMT (dimetiltriptammina) è la chacruna o psychotria viridis

Ayahuasca
L'Iboga, originaria della foresta pluviale del Gabon, in Africa, è una corteccia di radice enteogena dell'albero, tabernanthe iboga. 

Iboga
Entrambe queste medicine sacre sono adoperate durante i rituali per facilitare la guarigione fisica e psicologica, e per insegnare una vita etica, sviluppare la spiritualità, rafforzare i legami familiari e comunitari e approfondire la propria connessione con il vero significato della vita.

Rappresentano anche le parti centrali delle tradizioni sciamaniche, che per secoli sono state le uniche arti curative dell'umanità. Un rimedio ancestrale per le esigenze del singolo individuo e per l'intera comunità, che ristabiliva gli equilibri energetici tra gli umani e la natura., portando l'essere umano in contatto diretto con la natura mistica della vita e della coscienza. Permetteva inoltre l'ascensione spirituale.
Entrambe queste piante sacre stanno entrando nuovamente nella coscienza del mondo, in un momento in cui il pianeta è sottoposto a tremendi attacchi dal punto di vista ecologico e l'individuo è sempre più "inquinato" da cibi tossici, scombussolato da forze elettromagnetiche, e divorato da ansie e  instabilità emotiva. 
In questo periodo devastante Madre Terra viene in nostro soccorso.
La propagazione della vera saggezza attraverso queste sacre medicine vegetali è il modo cosciente per riparare il danno che viene fatto al pianeta e all'essere umano.

"Non stiamo parlando di agenti passivi di trasformazione, stiamo parlando di un'intelligenza, una coscienza, una mente viva e altra, uno spirito. La natura è viva e ci parla. Questa non è una metafora." - Terence McKenna

La trasformazione è la chiave per navigare in questi tempi critici e queste sacre medicine vegetali puntano ad un radicale cambiamento planetario. Ci vuole un enorme coraggio per entrare nel "fuoco spirituale" con queste sacre medicine vegetali, ma quelli che lo hanno fatto sentono il loro vero destino, il loro scopo divino su questo pianeta. 

I nuovi sciamani ci parlano: "Sarai rinnovato e purificato, con maggiore energia e infinita ispirazione, si attiveranno codici dormienti del DNA e sfrutterai l'intero organismo al massimo potenziale. Vedrai svanire la paura che è mera l'illusione, la guarigione emotiva avverrà istantaneamente e verrà rivelata la natura infinita della coscienza umana."

Intraprendere il cammino sciamanico permette di rivalutare la propria connessione con la natura e percepire direttamente la sensibilità in tutte le cose entrando nella rete cosmica della vita. Le domande profonde potranno ricevere una risposta illuminate. Il ricercatore spirituale intraprende l'ascensione personale sviluppa un nuovo percorso di vita basato sull'Unità e l'Amore.

"Il mio punto di vista, per quello che vale, è che la società umana è attualmente in un brutto momento e questi messaggeri del regno vegetale, in particolare DMT ... stanno arrivando per aiutarci. Molti nel mondo moderno sono così profondamente condizionati nella schiavitù mentale verso il modello materialista (cioè la nozione che non c'è niente di più nella vita della nostra esistenza materiale, fisica attualmente promulgata da molti scienziati, da tutte le corporazioni, dai politici e dai media), è necessario un enorme sforzo per liberarsi. Le piante  sacre, nostre alleate, ci forniscono un grande aiuto, rimuovono il velo dai nostri occhi, puliscono le porte della percezione e offrono l'opportunità di vedere le cose come sono realmente, cioè infinite." - Graham Hancock

Gli insegnamenti tramite le piante sacre sono uno dei più grandi strumenti della natura per comunicare con gli esseri umani, e il loro messaggio sta seminando una maggiore consapevolezza, ed è un meccanismo di difesa dell'essere senziente che chiamiamo Terra. 
L'Iboga e l'Ayahuasca insieme formano un linguaggio completo e organico, e stanno scrutando il mondo alla ricerca di messaggeri della verità spirituale per tradurre e seminare il messaggio di Madre Terra.

sabato 28 ottobre 2017

L'arcobaleno dentro di noi

L'arcobaleno, da sempre trasmette allegria e un senso di stupore quando appare nel cielo dopo un'abbondante pioggia. Il suo comparire segna la quiete dopo un tumultuoso e spaventoso temporale. Nell'immaginario collettivo l'arcobaleno rappresenta la speranza, l'armonia cosmica. La bellezza dei colori, la loro armonia e combinazione 
Prima che i moderni strumenti ottici spiegassero definitivamente e scientificamente il formarsi di tale fenomeno atmosferico molte speculazioni ed ipotesi furono avanzate da eminenti studiosi, come Bacone, Galileo, Cartesio, Newton. non ha scalfito minimamente la magia che suscita l'arcobaleno. Poco importa se adesso sappiamo che ciò è provocato dalla rifrazione della luce solare che attraversa le gocce di pioggia sospese nell'atmosfera, l'arcobaleno mantiene sempre il suo fascino misterioso.
Nella Bibbia Dio sigilla il nuovo patto con l'umanità dopo il Diluvio Universale attraverso la comparsa de "l'arco delle nubi" (arcobaleno), che diventa cosi simbolo dell'alleanza tra l'uomo e Dio.
Altre culture lontane nel tempo e nello spazio (cinese, indiana, greca, norrena), tramandano storie e miti che hanno l'arcobaleno come protagonista. Quella norrena particolarmente racconta che l'arcobaleno rappresenta un ponte tra la dimora degli dei quella degli uomini.

Nel buddismo tibetano il "corpo arcobaleno" simboleggia il penultimo stato di transizione della meditazione: quando la materia comincia a trasformarsi in pura luce. Si dice sia lo stato più elevato possibile nel regno del "samsara" (ciclo della reincarnazione) prima della chiara luce del Nirvana. Il "corpo arcobaleno" indica il risveglio del sé interiore alla completa conoscenza terrestre cui è possibile accedere prima di salire oltre la soglia dello stato di Nirvana.

Nel folklore irlandese si racconta che dove finisce l'arcobaleno si trovi la tana del folletto Leprechaun, questa simpatica creatura sarebbe il custode di un inestimabile tesoro, una pignatta ricolma d'oro.

L'oro come è noto a livello esoterico è associato al punto più alto della trasformazione alchemica. L'oro sin dai tempi antichi non è stato solo il simbolo della ricchezza e della potenza ma è stato una prerogativa immancabile della rappresentazione degli Dei. Questa associazione Divinità/Oro è presente in tutte le antiche culture e religioni, ma anche in quelle moderne. Si pensi alle chiese e cattedrali riccamente decorate col nobile metallo. 

L'arcobaleno con i suoi colori simili a quelli dei 7 chakra principali raffigura il corpo di luce dell'uomo. I 7 colori primari che compongono la luce quando risplendono nel cielo ci riporta alla memoria uno dei principi di Ermete Trismegisto: cosi in alto cosi in basso. 
La pentola ricolma d'oro è la trasposizione del serpente Kundalini che giace attorcigliato nel chakra di base. 
Il Leprechaun, rappresenta un maestro, uno spirito guida, un custode della nostra forza primordiale. Sia ben chiaro non parlo di guru o maestri in quanto entità fisiche, ma di quello che gli sciamani chiamano "Grande Spirito".
Seguire l'arcobaleno e raggiungere la pentola d'oro significa quindi percorrere il cammino spirituale per risvegliare la Kundalini, la nostra ancestrale potenza interiore.